NEWS

                  CANTIERE CIPAX 2017-2018

Il prossimo incontro sarà Giovedì 26 aprile alle ore 18, dal titolo:

Religions in love

A partire dal libro "Islam in Love" di Rania Ibrahim con voci di giovani donne di diverse tradizioni religiose

Intervengono:
Rania Ibrahim
Serife Demir
Jenn Lindsay
Viviana Schiavo

Modera:
Elena Dini

***

Salone della Comunità di base di S. Paolo - Via Ostiense 152/B - Roma

Al termine seguirà il consueto momento conviviale con i cibi e le bevande portati da tutte e tutti.

Il cantiere è realizzato con il contributo dell'8x1000 della Chiesa Valdese

***


ARCHIVI del sito

ARCHIVIO FOTOGRAFICO

E' stato caricato sul sito l'archivio fotografico storico del Cipax (1981-2005), che è stato digitalizzato e messo a disposizione cliccando qui.

ARCHIVIO REGISTRAZIONI AUDIO

E' presente anche sul sito un archivio delle registrazioni audio realizzate da Gianni Novelli in ambito Cipax e Comunità cristiana di base di san Paolo.
E' accessibile a questo link:

http://www.cipax-roma.it/Audio 1978_2009.html


PENSARE LA PACE

Il grido dei vescovi messicani a Trump: no ai muri di violenza!
Per la prima volta nella storia i pastori si rivolgono ai cittadini del loro Paese e degli Usa, e ai rispettivi presidenti: severo giudizio anche sui governi del Messico

di ANDREA TORNIELLI 08.04.2018

«In ogni migrante ferito nella sua dignità e nei suoi diritti, Gesù Cristo è di nuovo crocifisso!». È una dichiarazione storica quella diffusa ieri dai vescovi della frontiera Nord del Messico e dal Consiglio di Presidenza della Conferenza episcopale messicana. Un documento senza precedenti, che per la prima volta nella storia della Chiesa del Paese centroamericano si rivolge «a tutti i messicani presenti nel territorio nazionale e oltre le nostre frontiere», a «tutti i credenti e non credenti in Gesù Cristo in Messico e negli Stati Uniti», al «presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump» e al «presidente del Messico, Enrique Peña Nieto». La dichiarazione è stata redatta «a motivo del dispiegarsi delle truppe della Guardia Nazionale nordamericana sulla frontiera che delimita i nostri territori».
(segue)

***

Archivio degli articoli pubblicati >>